Offrire consulenza, ascolto e sostegno ai genitori di bambini interessati da patologie neuro-psichiatriche e giovani, suggerimenti di carattere psico-educativo/abilitativo ed per attività che favoriscano il loro sviluppo, ma anche indicazioni di natura psicologica e psico-educativa per la gestione di problematiche emotivo-comportamentali insorte a seguito dell’emergenza sanitaria in corso.

È quanto offre “Oltre le distanze”, uno sportello telefonico dedicato alle famiglie di bambini con patologie di interesse NPI residenti in Basilicata, nato dall’iniziativa dell’équipe multidisciplinare del personale ASM e della Fondazione Stella Maris Mediterraneo, operante presso la relativa unità operativa chirurgica dell’ospedale di Matera che, a titolo di volontariato, vuole impegnarsi attivamente a favore dei soggetti “fragili” in corso di emergenza sanitaria.

L’équipe, coordinata da un medico NPI e costituita da neuropsichiatri Infantili, psicologi, psicoterapeuti, educatori, terapisti della neuro-psicomotricità dell’età evolutiva e logopedisti, si rivolge a bambini ed adolescenti residenti in Basilicata con disturbi del neuro-sviluppo (disabilità cognitiva, disturbo dello spettro autistico, disturbi della comunicazione, ADHD) e psichiatrici (ansia, depressione, disturbi del comportamento alimentare, problemi comportamentali).

Attraverso la compilazione di un form online,  gli utenti potranno far pervenire la richiesta allo sportello e saranno ricontattati entro 48 ore. Il colloquio telefonico avrà una durata massima di 30 minuti e saranno successivamente definite le modalità di aiuto che possono essere erogate in regime di Covid-19.

Nel video, ce ne parla una delle volontarie, la neuropsichiatra infantile Giovanna Tritto.

Ultime News

Write a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *