Sono state diverse le segnalazioni pervenute dai comuni limitrofi a Tempa Rossa, il giacimento petrolifero situato nell’alta valle del Sauro, nel cuore della regione Basilicata, dopo che gli abitanti hanno avvertito ed evidenziato odori sulfurei e sgradevoli provenire dalla zona, probabilmente a fronte di recenti estrazioni petrolifere.

Immediata la risposta dell’assessore regionale all’Ambiente Gianni Rosa che ha subito sollecitato l’Arpab a predisporre al più presto un piano di monitoraggio della qualità dell’aria.

“Ho già disposto verifiche – ha spiegato l’assessore Rosa – da effettuare con un mezzo mobile. Allo stesso modo con l’Arpab monitoreremo tutti i Comuni della concessione Tempa Rossa, dando priorità ai Comuni che hanno segnalato specifiche problematiche. Non è la prima volta che i sindaci lamentano la sussistenza di cattivi odori nell’aria. Pur non essendoci limiti legislativi nazionali a questo tipo di emissioni, stiamo lavorando d’intesa con la giunta Bardi per intervenire sui limiti soglia con norme regionali e modificando il regime delle autorizzazioni, al fine di tutelare la salute delle comunità interessate ed evitare il più possibile ogni forma di disagio”.

Antonio Esposito

Website:

Ultime News

Write a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *