START 2020 AL LAVORO PER LO SLOW TOURISM

Una delle partecipanti al tour di "CultTrip" svoltosi nel materano

Prosegue il progetto di cooperazione transnazionale “CultTrip 2.0”, che il Gal lucano Start 2020 sta portando avanti con altri gruppi di azione locale europei. Al centro della collaborazione, la promozione dello slow tourism, il turismo lento e partecipativo per la scoperta della cultura locale quotidiana.

La fruizione della cultura locale, pertanto, non è da intendersi esclusivamente come la scoperta delle risorse artistiche, storiche, archeologiche e tradizionali dei luoghi, ma anche e soprattutto come avvicinamento alla cultura locale quotidiana. Queste relazioni sono considerate socialmente sostenibili e si basano su incontri ravvicinati e personali tra ospiti e residenti.

Diciotto rappresentanti dei partner, provenienti da Austria, Germania, Italia, Lituania, Lussemburgo e Svezia, nei giorni scorsi hanno visitato alcuni luoghi del versante orientale-metapontino della provincia di Matera, che rientra nel perimetro operativo di Start 2020.