BLANCO SOLD-OUT CHIUDE IL SONIC PARK MATERA

di Sergio Palomba

Finale da tutto esaurito per il Sonic Park Matera.

Settemila persone, già da mesi, avevano acquistato il biglietto per il concerto di Blanco del 3 agosto.

Sold-out 15 minuti dopo l’apertura delle prevendite.

Niente male, a voler usare un eufemismo, per un artista di appena 19 anni.

Se ci aggiungiamo che quest’anno ha anche vinto Sanremo in coppia con Mahmood con “Brividi” e che si è esibito in Vaticano prima che Papa Francesco incontrasse gli adolescenti, vincendo le perplessità di più di qualcuno, probabilmente un motivo c’è.

E c’è davvero.

Nonostante la scaletta risicata, nei circa 70 minuti di live, Blanco riesce a convincere anche i più scettici: sa cantare anche senza autotune e sa scrivere, sospeso a metà tra il pop più radiofonico e l’attitudine da rapper, più street e incazzata. 

Con la sua musica può accarezzare e schiaffeggiare ma, soprattutto, riesce a interpretare le “paranoie” e i disagi tipici dell’età adolescenziale. Un pò perché ne parla il linguaggio, un pò perché lo riassume bene nei testi. 

E se pure gli manchi un pò di socialità da palco, per il pubblico è un idolo, per le ragazzine il classico tipo da “Notti in Blanco”. 

Gran colpo d’occhio vedere la Cava del Sole così piena, bellissimo vederla così viva per tutto il Sonic che con la sua fine lascia un vuoto, colmato però dalla promessa di un sicuro ritorno l’anno prossimo. 

 

La gallery del concerto di Blanco:

 

La scaletta del live:

  1. Mezz’ora di sole
  2. Paraocchi
  3. Figli di puttan*
  4. Sai cosa c’è
  5. Finché non mi seppelliscono
  6. Pornografia (Bianco paradiso)
  7. David
  8. Ladro di fiori
  9. Belladonna (Adieu)
  10. Nostalgia
  11. Notti in bianco (Acustico)
  12. Blu celeste
  13. Lucciole
  14. Amatoriale
  15. Ruggine
  16. Follia
  17. Mi fai impazzire
  18. Afrodite
  19. La canzone nostra (Mace cover)
  20. Brividi (Mahmood & Blanco cover)
  21. Notti in bianco