BASILICATË

una celebrazione della cultura lucana nel mondo

 

La cultura lucana celebrata e condivisa nel mondo.

Prende vita Basilicatë, un ambizioso progetto, che prevede una serie di mostre internazionali e convegni, che esplora l’integrazione e l’impatto della cultura lucana negli Stati Uniti d’America, in Argentina e in Uruguay.

Il progetto, nato dalla collaborazione tra la Federazione dei circoli e delle associazioni dei lucani in Piemonte, la Regione Basilicata e il Centro dei Lucani nel Mondo Nino Calice, si propone di documentare e celebrare le influenze della cultura lucana nei paesi che hanno accolto gli emigrati lucani nel corso degli anni.

Il titolo stesso del progetto, Basilicatë, con la dieresi Ë del dialetto, sottolinea le variazioni e le trasformazioni che la cultura lucana ha subito attraverso gli scambi con altre culture. Queste variazioni, pur mantenendo una riconoscibilità dei modelli d’origine, arricchiscono e moltiplicano le forme dell’identità culturale lucana.

La mostra, curata dal gruppo di ricerca Architecture of Shame, si articola attorno a quattro temi principali: linguaggio, cucina e gestualità, spazi domestici e riti religiosi nello spazio pubblico.

Oltre a celebrare la cultura lucana, Basilicatë mira a promuovere il dialogo e la comprensione reciproca tra la comunità lucana e i paesi che l’hanno accolta. I documenti prodotti durante il progetto saranno resi accessibili al pubblico attraverso una mostra itinerante prima di essere conservati presso il Centro dei Lucani nel Mondo Nino Calice di Lagopesole.

Il progetto non solo rafforza i legami tra la comunità lucana e le istituzioni coinvolte, ma anche la rete internazionale delle comunità lucane nel mondo. Basilicatë offre una prospettiva contemporanea sull’emigrazione italiana e promuove l’accoglienza come valore fondamentale per la pace e l’evoluzione sociale.

La mostra internazionale itinerante, che si aprirà a New York, Buenos Aires, Montevideo e Torino tra agosto e settembre 2024, costituirà un’importante tappa nel percorso del Museo dell’Emigrazione Lucana di Lagopesole, contribuendo così a diffondere la ricca eredità culturale della Basilicata in tutto il mondo.